La Commissione europea ha presentato mercoledì 19 febbraio a Bruxelles le linee-guida con cui intende affrontare il grande mondo digitale e in particolare l’intelligenza artificiale e l’economia dei dati. Nei due casi, la sfida è di trovare un equilibrio tra controllare i rischi etici e cavalcare le opportunità economiche. L’Europa è in ritardo rispetto a Stati Uniti, ma ha dalla sua un enorme bagaglio di dati industriali che può servire al continente per recuperare il terreno perso. 

Scopri di più leggendo l’articolo di Beda Romano pubblicato su Il Sole24ore.com LINK