La tecnologia IoT: tra presente e futuro

La tecnologia IoT: tra presente e futuro

Si parla di Internet of ThingsIoT o ancora di Internet delle cose, ma forse sarebbe più corretto definirla Internet degli oggetti. Ci sono, infatti, gli oggetti intelligenti (i cosiddetti “smart objects”) alla base dell’Internet of Things. E non stiamo parlando soltanto di computer, smartphone e tablet, ma soprattutto degli oggetti che ci circondano all’interno delle nostre case, al lavoro, nelle città, nella vita di tutti i giorni. L’Internet of Things nasce dall’idea di portare nel mondo digitale gli oggetti della nostra esperienza quotidiana. 

Che l’Internet of Things svolga un ruolo centrale nello sviluppo digitale del nostro Paese è un dato di fatto. Il mercato IoT italiano è cresciuto del 32% nell’ultimo anno e i protagonisti di questo sviluppo sono sia le applicazioni più consolidate (che sfruttano la “tradizionale” connettività cellulare), sia quelle che utilizzano altre tecnologie di comunicazione. Sono tanti gli esempi di progetti e applicazioni IoT che interconnettono persone e “cose” lungo lo Stivale: contatori gas intelligenti, Smart Car, Smart Building, soluzioni di Smart Home e non solo. E assieme al mercato cresce anche la diffusione “fisica” degli oggetti intelligenti.

Per approfondire e comprendere da vicino le opportunità che questi smart objects offrono ad aziende, consumatori e, più in generale, ai cittadini, sempre più interconnessi, sempre più “smart citizens“, eccovi il link alla guida redatta dall’Osservatorio Digital Innovation del Politecnico di Milano.