Ieri abbiamo partecipato alla talk di Will Larche (Flutter™ Engineering Lead for Material Design di Google) sul tema Design Engineering at Flutter Interact, organizzata da GDG Milano presso la sede italiana di Google, animati dal nostro entusiasmo verso l’utilizzo di tecnologie di sviluppo all’avanguardia come Flutter, con la quale abbiamo già progettato e implementato importanti applicazioni in ambito Fashion, Energy e Retail.

Cos’è Flutter

Flutter è il framework open source, cross-platform e multidevice di Google che mira a rendere “democratico” il processo di sviluppo e distribuzione delle applicazioni. Flutter è la skill che sta prendendo piede più velocemente su LinkedIn, con un milione di sviluppatori attivi e 1 miliardo di utenti finali.

Flutter può essere utilizzato nei seguenti casi:

  1. Per costruire una nuova app da zero, utilizzando questo framework sia per iOS che Android;
  2. Per implementare un’app esistente su un altro sistema operativo;
  3. Per costruire parti di un’applicazione già esistente.

Benefici di Flutter

Se finora la prima domanda era “Per quale piattaforma intendi sviluppare la tua app?”, con Flutter questa domanda diventa “Che cosa intendi sviluppare?”: il focus dunque si sposta sulla qualità dell’applicazione e non sui device. Inoltre, Flutter permette una perfetta sinergia tra designer e sviluppatori che possono coordinarsi simultaneamente grazie ad un rapido handoff dei prototipi.

Integrazioni

Flutter è perfettamente integrato con:

  • Material Design, il Design System di Android;
  • Cupertino, la libreria UI di iOS;
  • Google Fonts, la libreria di caratteri tipografici digitali più usata in ambito web: tale integrazione rende dinamica, semplice e leggera l’implementazione dei font all’interno delle applicazioni.

Flutter Gallery

Larche ha inoltre mostrato la galleria dei componenti Flutter che supportano:

  • il comportamento responsive
  • l’accessibilità per utenti disabili
  • la localizzazione e la traduzione dei contenuti.

Se vuoi visualizzare alcune immagini dell’evento, dai un’occhiata al nostro post su LinkedIn.